Sale

Cancro. Sue cause, sintomi e trattamento – Jones E. G.

35,00 15,00

1 disponibili

L’autore ci offre una visione personale su quelle che possono essere le cause dell’insorgere di una neoplasia. La sua conclusione è che il cancro rappresenta una manifestazione del «terreno». In base a questa teoria, l’intervento chirurgico non può essere, nella massima parte dei casi e specie nelle neoplasie che chiaramente dipendono dal terreno, di tipo risolutivo. La recidiva, quindi, non è legata a un cattivo intervento chirurgico, bensì alla persistenza dello squilibrio del terreno.

Chi avrà la costanza di leggere la pubblicazione dovrà scusare alcune «ingenuità» che vi troverà scritte, ma sarà bene, invece, che rifletta sull’approccio clinico all’ammalato, frutto di grande esperienza, intuito e buon senso; guide sicure, che consentono sempre al medico di fare una valutazione globale e totale, al fine di ponderare vantaggi, rischi terapeutici e considerazioni prognostiche.

L’autore si sofferma spesso sull’utilità di una prudenziale attesa, che alle volte è anche lotta a una chirurgia indiscriminata, e valuta la necessità di esaminare il paziente in tutta la sua capacità reattiva.

L’esame clinico del paziente si avvale di riferimenti anamnestici e semeiologici apparentemente semplici e non legati a moda.

Il medico che deve curare un malato di cancro, deve avere una mentalità particolare e una preparazione dedicata ed educata a questo fine.

Leggendo lo scritto del dott. Jones, si noterà come egli tenga conto delle diete, dell’aspetto mentale e di alcuni presidi apparentemente semplici (vedi il bagno medicato). Il dott. Jones, in quarant’anni della sua attività professionale, ha ottenuto risultati che, se non fossero stati scritti, sarebbero incredibili. Tuttavia, egli è prudente nel dire che non tutti i cancri sono curabili e che la prognosi dipende dallo stato del tumore e del paziente.

La casistica del dott. Jones non è facilmente raggiungibile; basti semplicemente dire che di soli cancri allo stomaco, ne ha avuti in cura più di seicento. Non esiste una terapia per un particolare tipo di tumore, ma un progetto terapeutico architettato per ogni manifestazione neoplastica, e non sono poche le volte in cui Jones fa intendere chiaramente che: «They cannot understand such a thing as a remedy having and indication and that it must never be given in any disease unless indicated», ossia il rimedio, nella mente del medico, non trova indicazione per «un tipo di tumore», ma bensì per un «tipo di paziente». Insegnamento oggi chiarito dalla clinica, che la neoplasia non è una malattia dell’organo, ma del paziente, che si manifesta poi nell’organo.

Sarà bene riflettere sul tipo di ricette che il dott. Jones ha usato per curare un così grande numero di pazienti e di varietà di cancri.

Dalla disamina del volume, emerge che la capacità, la tenacia e la serenità del dott. Jones, derivavano dalla padronanza e conoscenza dei mezzi che egli aveva allora a disposizione. Tuttavia non risultano trattamenti rivolti a malattie del sistema emopoietico e a neoplasie del sistema nervoso. Forse per la difficoltà tecnica di fare una diagnosi clinica, non sempre possibile in assenza dei mezzi strumentali, di cui oggi invece disponiamo.

Solitamente si è portati a pensare che il «semplice» non è in grado di risolvere malattie multifattoriali, come appunto il cancro, per cui si ricerca sempre un procedimento complesso e complicato, a volte mortificante.

Dalla lettura di questo libro nasce la riflessione che se il medico sa usare i mezzi che ha a disposizione, anche se questi sono apparentemente semplici e arcaici, egli può ottenere risposte impensabili. Dalla mente e dall’operosità di un buon medico, i risultati sbocciano come frutto da un seme conservato, dimostrando che di arcaico nella vita non c’è niente, e che definiamo scoperta e novità solo quello di cui, più o meno fortuitamente, un giorno ci accorgiamo, mentre era sempre stato presente nell’uomo o nella natura, dalla notte dei tempi.

La lettura di questa opera si spera risulti motivo di riflessione e di spunto operativo.

Dimensioni 250 × 180 × 26 mm
Anno

1991

Aspetto

cartonato con sovraccoperta

Editore

De Ferrari editore

ISBN

8871720156

Autore

Eli G. Jones

Condizioni

Ottime condizioni

Luogo

Genova

Curatore

Fernando Piterà

Pagine

316