La dieta di Berverly Hills. Come dimagrire e piacersi per il resto della vita – J. Mazel

10,00

1 disponibili

La scoperta dietetica degli anni Ottanta: il segreto per la linea delle stelle del cinema di Hollywood.

Judy Mazel ha conquistato l’America con una rivoluzione alimentare: perdere peso e sentirsi meglio senza patire la fame. La sua «dieta di Beverly Hills » è stata per molto tempo tenuta segreta negli ambienti esclusivi delle colline holliwoodiane di Beverly. La dieta di Judy Mazel è la prima che consiglia di mangiare quanto, dove e ogni volta che si vuole.

L’autrice incita a seguire le proprie fantasie alimentari, dicendo sì a pasta, pizza, hamburger, bistecche, addirittura a champagne e vodka. Non vi sono divieti insensati né assoluti poiché lo scopo di tale dieta è far lavorare il cibo per noi e non contro di noi, nutrirsi per sentirsi energici, snelli e in salute senza sottoporsi alle privazioni imposte dalla stragrande maggioranza delle diete, quasi tutte deprimenti.

La dieta Beverly Hills aiuta a conoscersi e a evitare le insidie alimentari.

Le «combinazioni coscienti» suggerite nel libro rappresentano un buon approccio iniziale a una dieta dimagrante. È un programma utile per chiunque abbia problemi di peso in eccedenza.

I vantaggi di questa dieta sono numerosi. Chi la segue non soffre mai la fame, neppure nelle prime fasi, che sono le più ferree; in questo modo la cura risulta più facile da seguire rispetto ad altre cosiddette «diete veloci». Durante tutto il periodo di cura l’equilibrio nutritivo non viene mai meno e non è necessario integrare artificialmente la dieta. Il cibo prescritto fornisce una percentuale elevata di vitamine e sali minerali essenziali, e la combinazione di grassi, carboidrati e proteine soddisfa le necessità del nostro organismo molto meglio della tradizionale dieta equilibrata americana. L’assunzione di zuccheri e di sodio è ridotta al minimo, la salute di «chi combina» migliora quasi inevitabilmente in termini di colesterolo e pressione del sangue. La dieta giustappone sia le necessità fisiche delle persone in sovrappeso sia le necessità emotive (mangiare è un’esperienza non solo fisica ma anche mentale, così insegna a controllare la risposta che diamo al cibo), ci insegna come far uso del cibo a proprio vantaggio, introduce i monopasti e altre innovazioni dietetiche.

Dal punto di vista medico la dieta di Beverly Hills è basata su notevoli ricerche in campo fisiologico e di scienza degli enzimi. Esce vincente dal confronto con le squilibrate diete che hanno saturato il mercato negli ultimi anni, le diete ferree, tutto o niente, che non sono mai riuscite a soddisfare nel lungo periodo le esigenze di chi deve dimagrire.

Mi piace non dover pensare al cibo, non sapere sempre quello che mangerò. Si accorda perfettamente ai miei numerosi impegni.

Linda Gray (protagonista di Dallas)

 

Questa idea funziona davvero e, a parte questo, quando la seguo mi sento benissimo. Non ho mai avuto tanta energia: noto la differenza perfino sulla pelle e sui capelli. Niente più altalene di peso.

Mary Ann Mobley (ex Miss America)

 

Dimensioni 210 × 135 × 24 mm
Autore

Judy Mazel

Editore

Sugarco

Anno

1982

Condizioni

Ottime condizioni

Aspetto

cartonato con sovraccoperta

Pagine

296

ISBN

8871980913, 9788871980911

Traduzione

Annalisa Deidda